SEI IN > VIVERE VARESE > CRONACA
articolo

Castellanza: discoteca completamente abusiva, denunciati 4 organizzatori

2' di lettura
16

I militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Varese, in una recente operazione svoltasi assieme al personale della polizia giudiziaria dei Vigili del fuoco di Varese, hanno scoperto a Castellanza i locali di una discoteca “abusiva”, dove erano in corso una serie di eventi musicali organizzati da una società sprovvista delle licenze obbligatorie per legge.

In particolare, i finanzieri di Busto Arsizio, congiuntamente agli operativi VVF, hanno riscontrato che l’intera area adibita a discoteca, comprensiva di diverse ville e tensostrutture, con tanto di impianti musicali e aree bar dove venivano serviti anche alcolici, esercitava in totale assenza delle prescritte misure di sicurezza. Al momento dell’accesso, accertata la presenza di ben oltre 200 avventori, è emerso che la società proprietaria degli immobili operava da tempo senza licenza di pubblica sicurezza e dei titoli abilitativi di prevenzione incendi, adempimenti necessari e indispensabili per la gestione in sicurezza di locali aperti al pubblico.

Nel corso del controllo sono stati altresì identificati 11 lavoratori “a nero” con varie mansioni quali baristi, D.J., personale di accoglienza, in ordine ai quali sono state predisposte ed inviate all’Ispettorato Territoriale del Lavoro competente, le segnalazioni previste per le violazioni sulla legislazione lavoristica, che ne ha disposto la sospensione immediata dell’attività.

La successiva attività di polizia eseguita ha consentito di accertare una sistematica organizzazione di eventi musicali di pubblico spettacolo sponsorizzati sui social network mediante il profilo Instagram e Facebook, anche per il periodo di carnevale, “celati” quali feste private, al fine di eludere la normativa di pubblica sicurezza posta a tutela della pubblica incolumità.

In definitiva, i 4 responsabili, in concorso tra loro, sono stati denunciati alla locale Procura della Repubblica per i reati di apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o trattenimento, nonché sanzionati amministrativamente per importi di circa 30.000 euro. E’ stata altresì interessata l’autorità locale comunale per l’applicazione delle sanzioni accessorie quali la cessazione immediata dell’attività e la verifica di eventuali abusi edilizi insistenti nell’area.

Il Comando VVF ha provveduto a contestare tutte le violazioni riscontrate in capo alla figura del datore di lavoro per le violazioni in materia di Testo Unico sulla sicurezza e in materia di prevenzione incendi.

L’attività della Guardia di Finanza, supportata dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, a contrasto della criminalità economico-finanziaria prosegue mediante controlli serrati presso i principali locali, discoteche e luoghi di intrattenimento della provincia, al duplice scopo di assicurare un “sano divertimento” agli avventori di questo tipo di attività economiche, soprattutto ai più giovani, nonché di tutelare gli operatori onesti e rispettosi delle regole che lavorano nel settore della movida.



Questo è un articolo pubblicato il 17-02-2024 alle 09:41 sul giornale del 19 febbraio 2024 - 16 letture






qrcode